Amerigo Varotti

Ricerca nel sito:

Direttore Confcommercio Pesaro e Urbino

VAROTTI: «LA TARES VA RINVIATA CASSA INTEGRAZIONE, POCHI FONDI»

Bene l’aumento dei parlamentari eletti nella nostra Provincia, ma ora la Confcommercio chiede misure immediate, soprattutto sulle risorse per la Cassa Integrazione in deroga e per la Tares. A parlare è il direttore Amerigo Varotti: «Per quanto riguarda la necessità di bloccare l’entrata in vigore della nuova Tassa sui rifiuti (Tares) che sarebbe una mazzata insostenibile, abbiamo molto apprezzato la tempestività con cui la neo-senarice Camilla Fabbri ha presentato una mozione parlamentare per differire il 1° giugno 2014 l’entrata in vigore della Tares. Si ipotizza anche un percorso di revisione profonda del provvedimento che le famiglie si tradurrebbe in un aumento di alcune decine di euro all’anno mentre per le imprese (soprattutto nel settore della ristorazione, del turismo e degli alimentari) rappresenterebbe un aumento fino al 400%. Ma è urgente la richiesta di un Governo che governi».
«La disponibilità di fondi per la Cassa integrazione – continua Varotti – è assolutamente insufficiente. Pensiamo alla Cig in Deroga. Nella Regione marche sono stai stanziati (conil riparto nazionale) 15.080,00 euro pochissimi rispetto alle esigenze. Riguarda le piccole imprese del commercio, del turismo, degli artigiani e gli studi professionali che stanno subendo una grande crisi. Nel 2012 nelle Marche è stata richiesta la CIG in deroga per 15.107.027 ore. Nei prossimi due mesi del 2013 sono state richieste 1.260.410ore contro le 879.071 del 2012con un aumento del 43,4%. In Provincia di Pesaro e Urbino nel mese di febbraio c’è stato un calo di richiesta (rispetto al febbraio 2012 del 48,1%) ma complessivamente nei primi due mesi è aumento del 18% (266.047 ore). E’ ovvio che con questa situazione e la crisi in atto i soldi non basteranno. Per cui bisogna che a Roma si diano una mossa. E questo vale anche per bloccare l’aumento dell’Iva che si traduce in ulteriore diminuzione dei consumi e in chiusura di negozi (già oggi ne chiudono in Italia 167 al giorno)».

, , , , , , , , , , ,

Leave a Reply