Amerigo Varotti

Ricerca nel sito:

Direttore Confcommercio Pesaro e Urbino

Pronti dodici esperti per la sicurezza nelle imprese con meno di 15 addetti

IL CORSO DELL’ENTE BILATERALE RIGUARDA COMMERCIO E TURISMO

LA SICUREZZA sul lavoro non è uno scherzo. Per questo a Pesaro è stato creato l’Ops, ovvero l’Or-ganismo paritetico per la sicurezza, che da oggi è diventato operativo e aiuterà le imprese che operano nel commercio e nel turismo (con meno di 15 dipendenti) ad individuare le soluzioni tecniche più adatte per garantire salute e sicurezza. Grazie al contributo economico degli Enti bilaterali provinciali, l’Ops ha appena diplomato 12 esperti che visiteranno le imprese della provincia per scoprire irregolarità e pericoli. Dopo un corso di formazione di 64 ore, hanno infatti acquisito le competenze necessarie per svolgere il ruolo di «Rlst» (rappresentanti lavoro sicurezza territoriale). «In questo modo — chiarisce Fabrizio Bontà, coordinatore dell’organismo su nomina sindacale — le imprese impegnate nei settori del commercio, distribuzione, servizi e turismo, potranno contare su persone formate e competenti, ma anche sul contenimento dei costi e su una riduzione della burocrazia legata agli adempimenti di legge. Gli esperti visiteranno le imprese pesaresi per verificare che tutto sia a norma. In caso contrario faranno delle segnalazioni all’azienda (dopo 3 segnalazioni può scattare l’avviso all’ispettorato del lavoro ndr.). Ma non si tratta di ispettori bensì di un aiuto alle imprese per sviluppare la cultura della sicurezza». «La sicurezza ci ha visto tutti d’accordo, sia sindacati che rappresentanti dei datori di lavoro — afferma Simone Paolucci, presidente dell’Ente bilaterale commercio — perché la vita non ha prezzo né colore. Noi lavoriamo sulla prevenzione, perché gli incidenti hanno un costo per tutti: lavoratori, aziende e società». «L’Ops è la prima struttura nelle Marche — afferma Amerigo Varotti, direttore di Concommercio — e una delle prime in Italia. Questo dimostra il nostro intento di lavorare sia nell’interesse della sicurezza dei dipendenti che delle aziende, che grazie a questo organismo risparmieranno molto tempo». «Il costo per le imprese è irrisorio — puntualizza Leonardo Piccinno di Fiscat Cisl — si tratta di 15/20 euro all’anno». «Inoltre —puntualizza Bontà—per le imprese iscritte all’Ente bilaterale il prezzo è ridotto a metà».

Francesca Pedini

, , , , ,

Leave a Reply