Amerigo Varotti

Ricerca nel sito:

Direttore Confcommercio Pesaro e Urbino

Operatori: “Pronti a scendere in piazza”

Tassa di soggiorno, ieri assemblea alla Confcommercio: ribadito un no secco senza margini di mediazione

Confcommercio non molla: il direttore Amerigo Varotti insiste nel no alla tassa sul turismo. Lo fa con un incontro dal titolo: “ Tassa di soggiorno? no grazie. Non è questo il Federalismo che serve al paese”. L’argomento è un tema caldo in queste settimane, sono stati i dibattiti tra sindaci e associazioni di categoria; se i primi sembrano favorevoli all’introduzione del nuovo “balzello”, le associazioni continuano a ribadire il loro categorico no. Molti ricorderanno le parole del sindaco Ceriscioli che si rendeva disponibile a sottoscrivere un accordo con gli albergatori sul vincolo di destinare i proventi solo per spese e progetti legati al turismo. Resta il fatto che su questo aspetto, le associazioni degli albergatori sono scettiche con il forte dubbio che le amministrazioni locali utilizzino gli oneri della tassa per coprire e ripianare i deficit nei bilanci comunali. Al dibattito hanno fatto sentire la propria voce il Direttore Amerigo Varotti, Confturismo Marche Nord, Apa hotels con Alberto Signorini, l’associazione albergatori di Fano e Amedeo Tarsi presidente dell’associazione regionale campeggiatori. E’ il direttore generale di Confcommercio, il primo a mettere in fila i temi: “ Sono nettamente contrario all’introduzione dell’onere, poiché l’imposta porterebbe sì quasi due milioni e mezzo di euro a favore delle amministrazioni comunali, ma con grande svantaggio alla competitività del mercato. Sarebbe un duro colpo al turismo. Il turismo tuona Varotti, è sempre stato considerato la cenerentola della nostra provincia perché poco o nulla le amministrazioni locali hanno investito nel settore”. Considerando il netto calo di presenze per il 2011 a Gabicce e Fano, Varotti ha fatto notare come l’imposizione fiscale per il 2012 graverebbe soltanto su albergatori ed imprese poiché i prezzi dei pacchetti turistici per il prossimo anno sono già stati preventivati escludendo ogni possibilità di recupero ed anche da un punto di vista tecnico non sarebbe possibile applicare la tassa. Confcommercio insieme alle associazioni del settore, è pronta a scendere in piazza la settimana prossima, con una manifestazione presso la sede del Palazzo del turismo di Pesaro per ribadire il no ed ottenere più chiarezza nell’eventualità di una imposizione sulla destinazione del ricavato. Le associazioni degli albergatori di Gabicce e Fano insieme al Presidente dei campeggiatori, chiedono riqualificazione del settore e soluzioni alternative come la proposta di una “tassa di scopo”.

, , , , , , ,

Leave a Reply